Search results for:

oreo

BISCOTTI

Cookies con sorpresa Oreo

I chocolate chips cookies sono di una semplicità unica e racchiudono un qualcosa che rende difficile smettere di mangiarli. Ne assaggi uno, poi ne vuoi un altro e poi ancora. Sei costretta a nasconderli per evitare che in casa li finiscano prima del tempo, figuriamoci se poi all’interno nascondono un Oreo. 

Inventati da Ruth Graves Wakefield, proprietaria del Toll House Inn, a Whitman, Massachusetts, un ristorante molto popolare all’epoca, si racconta che i chocolate chips cookies nacquero per caso, come la maggior parte dei dolci più famosi (v.di la Red Velvet). 
Mentre stava preparando i classici biscotti al cioccolato da accompagnare al gelato, si accorse di aver terminato il cioccolato del fornaio che si amalgamava perfettamente all’impasto, Ripiegò sostituendolo con dei pezzetti di barretta di cioccolato Nestlé che però, contrariamente a quanto pensasse, non si sciolsero affatto in cottura. L’esperimento mal riuscito, fu un successo fra i clienti del ristorante e da lì la popolarità dei biscotti è storia. 

Degli Oreo ormai vi ho raccontato tutto nel corso dei vari post sulla rubrica a tema che è iniziata a Marzo, ma posso dirvi che il mix fra i due biscotti è spettacolare!
INGREDIENTI:
– 115 gr burro ammorbidito
– 200 gr zucchero
– 1 uovo
– 180 gr farina
– 1/2 cucchiaino sale
– 2 gr bicarbonato
– 112 gr gocce di cioccolato fondente
– Oreo q.b.
PROCEDIMENTO:
1. Sbattere il burro con lo zucchero finchè il composto non sarà spumoso (almeno 3 minuti);
2. Aggiungere l’uovo e mescolare. Poi la farina, setacciata, il lievito, il bicarbonato ed il sale;
3. Infine, molto lentamente, incorporare le gocce di cioccolato;
4. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigorifero per qualche minuto;
5. Rivestire una teglia di carta da forno e, con un porzionatore da gelato, formare delle sfere, dividerle a metà e schiacciare entrambe con le dita. Posizionare un Oreo sopra una delle metà e ricoprire con l’altra fino a che il biscotto Oreo non è completamente coperto dall’impasto. Collocare i biscotti sulla teglia, non più di 4, avendo cura di distanziarli bene;
6. Infornare a 180° per 12 minuti.

BISCOTTI

Oreo homemade

Chi non adora gli Oreo? 
Sono dei biscotti simili ai Ringo italiani, ma con due facce nere dal sapore leggermente salato che li rende inconfondibili! Dall’inizio della sua commercializzazione sono stati venduti oltre 490 miliardi di biscotti Oreo, rendendolo il biscotto più venduto di tutto il XX secolo. La sua confezione più recente riporta lo slogan in inglese Milk’s Favorite Cookie ("Il biscotto preferito dal latte"), che è una variazione dello slogan America’s Favorite Cookie (sebbene alcune confezioni negli Stati Uniti riportino lo slogan originale).

Il biscotto Oreo fu ideato e prodotto dalla ditta Nabisco, una società americana produttrice di biscotti, nel febbraio 1912 presso la ditta Chelsea a New York (successivamente diventata Chelsea Market). Fu creato principalmente per il mercato britannico. Nel mio recente viaggio a New York ho visitato proprio il Chelsea Market che ricorda il suo legame con il biscotto in un murales che potete vedere qui sotto.

Di gusti ne hanno prodotti diversi, ma qui in Italia non abbiamo la possibilità di acquistare tutta questa varietà. Negli Usa, ma anche alle Canarie (lo notai quando andai in vacanza a Fuerteventura) se ne trovano al gusto Red Velvet, burro di arachidi, birthday cake, cioccolato e poi le versioni ricoperte di glassa al cioccolato. Insomma, una vera goduria. 
Per tutto il mese di Marzo ogni settimana pubblicherò delle ricette a tema per i veri Oreo Addicted e non potevo non iniziare con la vera ricetta degli Oreo da preparare a casa. Sono troppo buoni e uguali agli originali. Ho avuto occasione di proporli durante la fiera Dolcemente Pisa e sono andati letteralmente a ruba!
INGREDIENTI (x 10 biscotti oreo):
Per la crema al cioccolato bianco:
– 125 gr cioccolato bianco
– 15 gr burro
– 125 gr panna liquida
Per i biscotti al cioccolato:
– 260 gr farina 00
– 87 gr cacao amaro
– 1,6 gr bicarbonato
– 227 gr burro
– 6 gr sale
– 161 gr zucchero
PROCEDIMENTO:
Per la crema al cioccolato bianco:
1. Sciogliere a bagno maria il burro ed il cioccolato. In un pentolino scaldare la panna e toglierla dal fuoco prima del bollore. Versare la crema sopra il composto di cioccolato e burro ed amalgamare il tutto. Lasciare in frigorifero per 4 ore circa.
Per i biscotti al cioccolato:
1. In una ciotola setacciare il cacao, la farina ed il bicarbonato;
2. In una seconda ciotola sbattere il burro e lo zucchero con una frusta elettrica per qualche minuto. Poi, unire il sale e gli ingredienti secchi dell’altra ciotola. Mescolare ed amalgamare;
3. Dividere l’impasto in due parti uguali (pesatele). Poi, trasferire ciascuno su un foglio di carta da forno e coprirli con un altro foglio. Schiacciare l’impasto con i palmi e, con l’aiuto di una mattarello, stenderlo mantenendo uno spessore di 3 mm. Riporre tutti e due gli impasti stesi in frigo per 1 ora;
4. Prelevare il primo impasto dal frigo e ricavare dei dischi di 6 cm di diametro. Posizionarli su di una teglia ricoperta di carta da forno che andrà posizionata in frigo per altri 10 minuti a seconda di quanto si è scaldato l’impasto durante la formazione dei dischi. I biscotti dovranno essere informati belli duri così da mantenere la forma. Ripetere i passaggi anche con il secondo impasto. Cuocere, infine, i dischi per 10 minuti a 160 gradi. Sfornarli e riporli su di una grata a raffreddare. Non preoccupatevi se sembreranno morbidi perchè una volta freddi si induriranno;
5. Farcire i biscotti formando dei sandwiches.
LIEVITATI

Il panettone agli Oreo

Questa è una storia lunga che inizia con la ricerca del lievito madre, l’introvabile lievito madre!L’ho cercato per mari e monti e alla fine ho dovuto ripiegare sul lievito di birra. Adesso che sono riuscita a trovarlo, mi dedicherò alla preparazione dei pandori, ma per il momento posso garantirvi che il panettone con il lievito di birra è venuto ugualmente delizioso!
Ho seguito la ricetta dell’amica Angela di Tre muffin e un architetto che ha lavorato con me a Dolcemente Pisa. Nel post spiega ogni minimo passaggio dando l’alternativa per coloro che, come me, non hanno fra le mani il lievito madre.
Ho preparato due impasti, come da ricetta, e sono usciti due panettoni, uno farcito con uvetta e l’altro con…gli Oreo e cioccolato fondente, glassato con cioccolata. Una vera delizia!
La ricetta, quindi, è totalmente ispirata a quella della mia cara amica (vi indico qui il suo post dove troverete le foto del “passo passo”, vi consiglio di seguirlo perchè è spiegato benissimo!!) e ho aggiunto delle modifiche per realizzarlo nella versione Oreo.

Continue Reading…

DRINKS

Oreo milkshake: Frullato ai biscotti Oreo

Chi non adora gli Oreo? 
Sono dei biscotti simili ai Ringo italiani, ma con due facce nere dal sapore leggermente salato che li rende inconfondibili! Dall’inizio della sua commercializzazione sono stati venduti oltre 490 miliardi di biscotti Oreo, rendendolo il biscotto più venduto di tutto il XX secolo. La sua confezione più recente riporta lo slogan in inglese Milk’s Favorite Cookie (“Il biscotto preferito dal latte”), che è una variazione dello slogan America’s Favorite Cookie (sebbene alcune confezioni negli Stati Uniti riportino lo slogan originale).
Il biscotto Oreo fu ideato e prodotto dalla ditta Nabisco, una società americana produttrice di biscotti, nel febbraio 1912 presso la ditta Chelsea a New York (successivamente diventata Chelsea Market). Fu creato principalmente per il mercato britannico. Nel mio recente viaggio a New York ho visitato proprio il Chelsea Market che ricorda il suo legame con il biscotto in un murales che potete vedere qui.
Le colazioni estive sono ormai diventate frullati, smoothies o centrifughe fresche. Non so voi, ma con il caldo non riesco a mettere sotto i denti niente di solido la mattina e quindi via con il caffè e con le bevande fresche. Ovviamente i succhi del supermercato a casa sono banditi, quindi basta frullare frutta e ghiaccio per avere un’alternativa salutare e gustosa. 

Oreo milkshake: Frullato agli Oreo

Ieri ho preparato un milkshake Oreo usando due cucchiai di preparato per frullato alla vaniglia di Flying Tiger Italia. Lo so, va contro i miei principi utilizzare prodotti di questo tipo, ma ero troppo curiosa! Nel giro di un minuto avrete una bevanda fresca che farà impazzire anche i bambini.
Ecco il video della ricetta e le dosi!:)
Se non volete utilizzare il preparato Tiger, semplicemente sostituitelo con altrettanti cucchiai di panna montata.

 

Continue Reading…

TORTE FREDDE

Oreo-misù – Tiramisù agli Oreo

Mi avete chiesto in tanti la ricetta di questo dolce che è di una semplicità unica e golosissimo. E un tiramisù agli Oreo che io preferisco non bagnare col caffè, ma nessuno vi vieta di farlo! Si compone di strati di biscotti, crema al mascarpone e pezzettoni di cioccolato fondente.
 
Voglio precisare che la ricetta di questa crema al mascarpone è priva di uova ed è quindi una scelta più leggera, ma soprattutto sicura. In un laboratorio di pasticceria è noto che la salmonella è una delle infezioni più rischiose che si possano causare in seguito all’utilizzo di uova crude e quindi, per non rischiare o si utilizzano uova pastorizzate, o si cuociono mescolandole a dello sciroppo di zucchero molto caldo, oppure, se possibile, si eliminano del tutto. In casa si è soliti non considerare questi fattori, ma dopo aver seguito un corso HACCP, spesso si apprendono cose delle quali eravamo all’oscuro. Con questa crema non avrete problemi, soprattutto nei periodi caldi ed è un’ottima soluzione anche come dessert al cucchiaio o farcia per torte o crostate.
 
C’è poco da aggiungere se non provarlo a fare e farmi sapere in quanto tempo lo finite!:) Per montare la torta consiglio un anello o, se non lo avete, la cerniera di una teglia.

Continue Reading…